dreams @ unipd.it

Presentazione


Innovare i servizi informatici, divertendosi
ovvero
Progetto per la disseminazione partecipata della conoscenza informatica nell’Università di Padova.

Innovare i servizi tecnologici e informatici

La proposta parte da queste constatazioni:

  1. Innovare, nell’information technology è indispensabile.
  2. Se innovare è difficile, farlo da soli è impossibile.
  3. Spesso le strutture dell’Ateneo si trovano ad agire da sole, o con scarsa comunicazione tra loro.

Le conseguenze sono che diverse strutture, specie quelle periferiche, sperimentano soluzioni innovative l’una indipendentemente dalle altre. Molte si trovano in difficoltà per mancanza di mezzi, informazioni o tempo.
Questa situazione ha un lato positivo: una indubbia ricchezza di soluzioni diverse; ma al prezzo di un grande dispendio di energie e risorse per risolvere gli stessi problemi, frustrazione per i tecnici, e una frammentazione e mancanza compatibilità che può ostacolare processi di integrazione ormai indispensabili.
Condividere le soluzioni già trovate o metterci insieme per risolvere i problemi comuni può aiutarci a lavorare meglio e fornire servizi migliori.

Filosofia Open

Pur permanendo nella doverosa neutralità tecnologica, trasmettere innovazione significa comunicare e disseminare conoscenza, software e tecnologia. Per questo riteniamo che tecnologie, software e soprattutto la mentalità aperta di chi condivide il frutto del proprio lavoro sia ciò che meglio si presta a una innovazione aperta ed efficace.
Riteniamo inoltre che il modello cooperativo sperimentato dal software free/open source possa indicarci un modo per collaborare a obiettivi comuni anche essendo in strutture diverse.

Obiettivi

L’obiettivo primario è individuare, progettare, scambiare soluzioni ai problemi informatici che abbiamo in comune per offrire un servizio migliore, lavorando meglio e spendendo meno tempo e denaro evitando di rifare le stesse cose.
Per raggiungere questo scopo, pensiamo che serva:

  1. segnalare le competenze e le soluzioni esistenti,
  2. innescare processi di condivisione della conoscenza,
  3. individuare le problematiche sulle quali concentrare gli sforzi in vista di collaborazioni,
  4. individuare gli strumenti infrastrutturali e organizzativi con i quali lavorare.

In pratica, come?

Troviamoci per una giornata tra tecnici e responsabili di servizi informatici, attorno al nostro lavoro, per parlare degli argomenti che ci stanno più a cuore, dei risultati raggiunti, delle difficoltà incontrate.